Comunicazioni personale docente

Riammissione in servizio dei lavoratori dopo il periodo di assenza per malattia Covid-19

Con la circolare 15127 del 12 aprile, a firma del D.G. dott. Giovanni Rezza, il Ministero della Salute fornisce indicazioni per la riammissione in servizio dei lavoratori dopo il periodo di assenza per malattia Covid-19 correlata. La circolare chiarisce che alla luce della normativa vigente a livello nazionale e del “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro” siglato in data 6 aprile 2021, le fattispecie che potrebbero configurarsi sono riconducibili alle seguenti casistiche: 

  • Lavoratori positivi con sintomi gravi e ricovero
  • Lavoratori positivi sintomatici
  • Lavoratori positivi asintomatici
  • Lavoratori positivi a lungo termine
  • Lavoratore contatto stretto asintomatico

Si allega circolare Ministero della salute.


Mancato funzionamento registro elettronico e segreteria digitale

Al personale docente  

A seguito delle verifiche tecniche messe in atto in parallelo con le attività di ripristino dei servizi, Axios conferma che il disservizio creatosi è  conseguenza di un attacco ransomware.  

Dagli accertamenti effettuati, non  risultano perdite e/o esfiltrazioni di dati.   I tecnici stanno lavorando per ripristinare l’infrastruttura (Registro elettronico e Segreteria digitale) nel più breve tempo possibile e contano di iniziare a rendere disponibili alcuni servizi a partire dalla giornata di mercoledì.  

Sino a quando il Registro elettronico non risulterà nuovamente attivo, i docenti avranno cura di apporre la propria firma e di annotare presenze, assenze, voti e argomenti svolti su carta; terminato il disservizio i dati andranno immediatamente riportati sul RE e i fogli consegnati alle referenti di plesso che provvederanno a farli pervenire in segreteria.  

L’indirizzo geic825002@istruzione.it è comunque attivo e siamo in grado di ricevere ed inviare posta.  


Codice di comportamento dei dipendenti delle P.A.

Si dispone la pubblicazione del codice di comportamento dei dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni  (art. 54 comma 2 D.Lgs 165/2001), contenuto nel D.P.R. n. 62/2013 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165” che abroga e prende il posto del precedente, di cui al decreto del Ministro della Funzione Pubblica 28 novembre 2000.


Codice disciplinare personale docente

Art. 55, c. 2, d.lgs. n. 165/2001 Art. 12, c. 1, d.lgs. n. 33/2013

Ai sensi dell’articolo sopra citato si dispone la pubblicazione del Codice disciplinare, recante l’indicazione delle infrazioni del codice disciplinare e le relative sanzioni (pubblicazione on line in alternativa all’affissione in luogo accessibile a tutti – art. 7, l. n. 300/1970) .

In attuazione dell’art. 7 della legge n. 15 del 4.3.09,  il Capo V del Titolo IV del Decreto legislativo 27.10.2009, n. 150 ha apportato significative modifiche in materia di sanzioni disciplinari e responsabilità dei dipendenti. Le nuove disposizioni, sostituendo l’art. 55 del D.Lgs. 30 marzo 2001, n.165 ed inserendo dopo di esso gli artt. dal 55 bis al 55 novies, costituiscono norme imperative ai sensi e per gli effetti degli artt. 1339 e 1419, comma 2, del c.c., e, pertanto, integrano e modificano le fattispecie disciplinari previste dal CCNL, comportando l’inapplicabilità di quelle incompatibili con quanto disposto dalle modifiche introdotte al D. Lgs. 165/2001.

La pubblicazione del Codice disciplinare  e del Codice di Comportamento sul sito Istituzionale dell’Amministrazione equivale a tutti gli effetti alla affissione all’ingresso della sede del lavoro.