Valutazione


Nuove modalità di valutazione nella scuola primaria

Dall’ anno scolastico 2020/21 nella scuola primaria i giudizi descrittivi sostituiscono i voti numerici nella valutazione intermedia e finale.

È quanto prevede l’Ordinanza ministeriale 172 del 4 dicembre 2020, che attua quanto previsto dal decreto legislativo 62/2017 e dal decreto legge 22/2020, art. 1 comma 2-bis. 

Il giudizio descrittivo di ogni studente sarà riportato nel documento di valutazione e sarà riferito a quattro differenti livelli di apprendimento, in coerenza con i livelli e i descrittori adottati nel Modello di certificazione delle competenze, e riferiti alle dimensioni indicate nelle Linee guida:

  • Avanzato: l’alunno porta a termine compiti in situazioni note e non note, mobilitando una varietà di risorse sia fornite dal docente, sia reperite altrove, in modo autonomo e con continuità.
  • Intermedio: l’alunno porta a termine compiti in situazioni note in modo autonomo e continuo; risolve compiti in situazioni non note, utilizzando le risorse fornite dal docente o reperite altrove, anche se in modo discontinuo e non del tutto autonomo.
  • Base: l’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e utilizzando le risorse fornite dal docente, sia in modo autonomo ma discontinuo, sia in modo non autonomo, ma con continuità.
  • In via di prima acquisizione: l’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e unicamente con il supporto del docente e di risorse fornite appositamente.

Per favorire la lettura della scheda di valutazione in questa fase di transizione dal voto alla descrizione del livello di apprendimento, il Collegio dei docenti ha elaborato la seguente tabella sinottica :

Livello Descrittore Corrispondenza voto numerico
Avanzato L’alunno porta a termine compiti in situazioni note e non note, mobilitando una varietà di risorse sia fornite dal docente sia reperite altrove, in modo autonomo e con continuità. 9/10
Intermedio L’alunno porta a termine compiti in situazioni note in modo autonomo e continuo; risolve compiti in situazioni non note utilizzando le risorse fornite dal docente o reperite altrove, anche se in modo discontinuo e non del tutto autonomo. 8
Base L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e utilizzando le risorse fornite dal docente, sia in modo autonomo ma discontinuo, sia in modo non autonomo, ma con continuità. 6/7
In via di prima acquisizione L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e unicamente con il supporto del docente e di risorse fornite appositamente. 5

I livelli di apprendimento saranno riferiti nella valutazione intermedia (I quadrimestre) alla disciplina nel suo complesso e nella valutazione finale agli esiti raggiunti da ogni alunno in relazione agli obiettivi individuati per ciascuna disciplina.

La valutazione degli alunni con disabilità certificata sarà correlata agli obiettivi individuati nel Piano educativo individualizzato (PEI), mentre la valutazione degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento terrà conto del Piano didattico personalizzato (PDP).

Il comportamento viene valutato dai docenti della classe attraverso un giudizio sintetico. La valutazione del comportamento fa riferimento allo sviluppo delle competenze di cittadinanza.

La valutazione della religione cattolica, o delle attività alternative, a seconda della scelta dell’alunno, viene svolta dal relativo docente attraverso un giudizio sintetico sull’interesse mostrato dagli alunni per la materia e sui risultati raggiunti. Il giudizio è reso con una nota distinta,

A seguito della valutazione periodica e finale, in presenza di livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione, la scuola avvisa tempestivamente le famiglie e autonomamente organizza specifiche misure e azioni per aiutare gli alunni a migliorare i loro livelli di apprendimento.

La scheda di valutazione è consegnata in forma telematica ed è seguita  da un colloquio esplicativo.

Normativa di riferimento

Legge 30 ottobre 2008, n. 169 (disposizioni generali sulla valutazione degli studenti, parzialmente abrogato)

DPR 22 giugno 2009, n. 122 (valutazione e certificazione, parzialmente abrogato)

Legge 13 luglio 2015, n. 107 (riforma del sistema di istruzione, riforma della valutazione degli alunni)

D.Lgs 13 aprile 2017, n. 62 (disposizioni specifiche sulla valutazione degli alunni)

D.M. 3 ottobre 2017, n. 741 (riforma dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione)

D.M. 3 ottobre 2017, n. 742 (modello di certificato delle competenze)

m-pi.AOOGABMI.Registro-Decreti-R-.0000172.04-12-2020

Per approfondimenti collegarsi al seguente link

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-primaria-presentate-l-ordinanza-e-le-linee-guida-sui-giudizi-descrittivi

http://www.indicazioninazionali.it/

I MATERIALI DA LEGGERE

https://www.miur.gov.it/documents/20182/0/Presentazione_15_dicembre.pdf/9b5b2086-9523-74ff-71c3-446c29cad62f?t=1608129483561

ORDINANZA E LINEE GUIDA

https://www.miur.gov.it/web/guest/-/scuola-primaria-firmata-l-ordinanza-che-prevede-giudizi-descrittivi-al-posto-dei-voti-numerici-inviata-alle-scuole-insieme-ad-apposite-linee-guida

IL SITO DEDICATO

https://www.istruzione.it/valutazione-scuola-primaria/index.html


Criteri di valutazione del comportamento a.s. 2020/21 – delibera del Collegio docenti del 28.05.20

I.C. San Teodoro – criteri di valutazione del comportamento


Ordinanze ministeriali

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato le Ordinanze sugli Esami di Stato del primo e del secondo ciclo e sulla valutazione finale delle studentesse e degli studenti, ora disponibili sul sito del Ministero dell’Istruzione :

O.m. valutazione : https://www.miur.gov.it/documents/20182/2467413/m_pi.AOOGABMI.Registro+Decreti.0000011.16-05-2020.pdf/5bb159fa-1a35-fd30-02e4-6726901979ad?t=1589631914392